Occultamento di calcare: arrestato il mago Silvan

La procura di Belluno ha emesso un ordine di arresto per il mago Silvan, il noto prestigiatore e illusionista, ormai ottantenne, con gravissime accuse, tra cui quella di occultamento di calcare. Secondo i PM, il prestigiatore, durante uno dei suoi spettacoli, avrebbe fatto scomparire nel suo Baule dei pezzi di calcare, non dichiarati al fisco.

La guardia di finanza, che ha sequestrato il Baule, ha trovato anche altri corpi di reato che potrebbero aggravare pesantemente la posizione dell’indagato, tra cui pezzi di Eternit, materiale la cui detenzione è ormai vietata da anni, e un paio Pinne Gialle, di cui si cerca di identificare la provenienza.

silvan-completa

Alcuni assidui frequentatori degli show di Silvan, sostengono che in passato l’illusionista si era sempre limitato a far scomparire colombe e fazzoletti di seta nel cappello a cilindro. «Al massimo – ci dice uno di loro – abbiamo visto scomparire conigli o qualche orologio sportivo. Ma non abbiamo mai visto né calcare, né Pinne Gialle, né Eternit. Noi che lo seguiamo da anni siamo certi della sua onestà e abbiamo piena fiducia nella magistratura che appurerà la verità».

Dalle indagini preliminari risulterebbe che il prestigiatore utilizzasse il suo Baule per trasportare beni di lusso in Svizzera e depositarli in  cassette di sicurezza intestate a dei prestanome. Da qui, i suddetti beni sarebbero poi stati immessi sul mercato nero internazionale realizzando così ingenti plusvalenze. Le quotazioni internazionali dei pezzi di calcare e Eternit e delle Pinne Gialle, sono infatti cresciute negli ultimi anni fino a toccare somme da capogiro.  Secondo la SIKA (Society for International Kazzar Advocacy), i beni oggetto di sequestro sarebbero oggi utilizzati dal crimine organizzato per vari scopi, tra cui tirare i sassi a quelli che non scalano trad, avvelenare con l’amianto gli ambienti dei climber, e, per quanto riguarda le sgargianti Pinne Gialle, immergersi nei propri sogni, ma sempre ben visti dalla superficie.

eternit

Mago Silvan: Contrabbando di Eternit

Pare inoltre che, per evitare i controlli doganali al valico di Chiasso, il mago Silvan,  che nonostante l’età si mantiene in perfetta forma, scalasse ripidissime pareti di roccia senza utilizzare alcuna protezione o addirittura togliendole, dove queste erano presenti, sempre in Bilico tra la vita e la morte. A conferma di ciò, alcuni alpinisti testimoniano di aver visto uno scalatore equipaggiato con maschera, boccaglio e Pinne Gialle trasportare sulle spalle un voluminoso Baule.

pinne-gialle

Il Mago Silvan, all’attacco della via trad che lo porterà in Svizzera

L’emittente Sky è stata la prima a denunciare i possibili gravi illeciti, seguita da altre rinomate testate che hanno, a quanto sembra, anche fornito inconfutabile materiale fotografico, ora al vaglio della magistratura.

Silvan, dalle pagine dell’Houdini-blog, sito di riferimento per la magia e l’illusionismo, si difende come un vecchio leone, dicendo di essere vittima di un complotto e a sua discolpa mostra alcuni SMS contenenti offese e minacce. «Mai occultato calcare, mai commerciato in Eternit, mai indossato Pinne Gialle. La mia storia lo dimostra: dopo ogni magia ho sempre rimesso tutto a posto».

Intanto il pubblico si divide tra innocentisti e colpevolisti e molti di loro vorrebbero porgli la seguente domanda:

Mago Silvan, ci hai fatto sognare con i tuoi giochi di prestigio per tutta la vita, ci hai sbalorditi facendo scomparire, fin quasi all’estinzione, milioni di conigli e di colombe bianche, ci hai estasiati tagliando a pezzi le tue belle partner  in body attillato e paillette, per poi ricomporle, più belle e splendenti di prima, sotto i nostri occhi increduli: ebbene, c’era proprio bisogno, alla tua età, di imbarcarti in una simile storia?

2 pensieri su “Occultamento di calcare: arrestato il mago Silvan

  1. forse abbiamo trovato il modo di smaltire i rifiuti tossici….non so come la prenderà la …camorra,che con i rifiuti tossici ha sempre fatto dei guadagni immensi.

    Mi piace

  2. Non è la procura di Bl ma eventualmente quella di Tn che indagherá,visto che gli ammanchi calcateo-porfirici sono stati trafugati in tale provincia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...