DUX: in Abruzzo le nuove vie del Fascio

Dopo anni di manifestazioni di piazza, petizioni e proteste, il sindaco di Villa Santa Maria, st-ridente località dell’entroterra Chietino, ha finalmente provveduto al ripristino della scritta DUX scolpita 80 anni fa sulla parete che sovrasta il paese (info qui). E con l’occasione sono state aperte ben 52 vie di arrampicata nuove di Zecca.

DUX

L’ardimentosa e intemerata impresa, che copre di lustro l’Italia, è stata svolta con fiera e indefessa energia da una solerte e vigorosa Guida Alpina locale, a cui la Nazione tutta rende encomio e merito.

Il lavoro era necessario e improcrastinabile. A 70 anni di distanza dagli eventi di Piazzale Loreto, i ricordi dei 100.000 morti della campagna di Russia, delle retate degli ebrei nel ghetto di Roma, dei deportati di Auschwitz, delle Fosse Ardeatine, dell’olio di ricino, dei Balilla, del bostice e del Circolo Alpino Italiano, rischiavano di sbiadire tra mille cazzate come la libertà, la democrazia e la Costituzione Repubblicana. Ora una scritta su una roccia sta a indicarci di nuovo la retta via.

E quale modo migliore per ricordare che andare a scalare sulla parete di Villa Santa Maria? Abbiamo percorso tutti i 52 itinerari su questo scoglio di rocce rotte ma non sapremmo proprio quale consigliare. La parete è in pieno sole, ma i 45 gradi non ci hanno impedito di divertirci un mondo!

Ecco alcune vie consigliate:

Fascio superiore, parete di destra (in ordine, da destra verso destra):

  • A testa in giù: (3a) il passaggio chiave ricorda quello di Silence a Flatanger, da fare con i piedi legati.
  • Costituzione Repubblichina (2c): via brevissima, che finisce molto male.
  • Asse Roma-Belino (5c): una via del cazzo, da evitare
  • Purga (4b): fa cagare, anche questa da evitare

Attenzione: su queste vie alcuni massi NON si muovono.

Fascio Inferiore, a destra della parete di destra:

  • Il Balcone: (8a) via da spezzare le reni con il crux vicino a Dux
  • Da Predappio fino al Cappio (7c): via di Resistenza
  • Campagna di Russia: progetto (in molti l’hanno provata ma nessuno ha fatto la libera).
  • Il morbo di Ciano (7b+) una classica dell’Italia Centrale

Il Comune intende con questa operazione sviluppare il turismo in questa a’ mena località ricca di bellezze naturali. E i fatti sembrano dargli ragione: lo scorso fine settimana skin heads e simpatizzanti di Casa Pound hanno festeggiato la scritta DUX spaccando le vetrine dei negozi e pisciando sul monumento ai caduti. Sembra che il bar abbia fatto affari d’oro.

Massimo riserbo sulla somma spesa dal comune per questo utile lavoro. Se siete curiosi, telefonate all’apritore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...